Letture animate in spazi aperti

Per la prima volta dopo 15 anni, non potremo ospitare al Teatro San Marco una stagione dedicata alle scuole. I limiti imposti dalla normativa anti-Covid ci impediscono sia di organizzare spettacoli per le scuole in teatro, sia di andare a proporli negli spazi chiusi messi a disposizione dalle scuole stesse. Abbiamo quindi deciso di coinvolgere alunni, studenti e insegnanti in un’iniziativa diversa, che, pur tutelando la salute di tutti, renda possibile vivere la bellezza del teatro.

 

Il progetto Il teatro va a spasso è stato pensato per offrire alle scuole dei momenti di spettacolo in luoghi aperti, come i parchi pubblici e i cortili delle scuole.

Un attore e un musicista, un attore solo, due attrici e due musiciste, tre o quattro attori in contemporanea... tante formule per un unico obiettivo: dare ai bambini e ai ragazzi delle occasioni di incontro con la narrazione, il teatro e la musica, anche in questo periodo storico così particolare.

 

La modalità sarà quella delle letture animate, piccoli e semplici incontri culturali che avranno il sapore del salotto letterario, un salotto nel quale l’arredo sarà fatto di alberi, cespugli e fiori.

 

Dal momento che saremo fuori dalle pareti del teatro, abbiamo pensato che valeva la pena togliere anche l’immaginaria “quarta parete” e, in un periodo in cui la parola “distanza” ricorre costantemente, accorciare almeno quella tra artisti e pubblico, rivolgendoci direttamente agli spettatori e dando loro la possibilità, in alcuni momenti dell’incontro, di interagire, intervenire, porre domande, commentare.

 

Andrà a finire che ci affezioneremo così tanto a questa formula che continueremo a proporla anche quando i luoghi aperti torneranno a essere un’alternativa.